Per non perdere la bussola

Il progetto “Per non perdere la bussola” è un intervento rivolto ai consumatori della nostra regione, realizzato in collaborazione con la regione Marche, che vede impegnata l’associazione nella prevenzione dei rischi in ambito commerciale e nella diffusione di una cultura del consumo consapevole e responsabile.

La cronaca è caratterizzata sempre più spesso da pratiche di mercato scorrette che spesso sconfinano in illeciti penalmente rilevanti quali le truffe, la contraffazione, la pubblicità ingannevole.  Questi fenomeni sono spesso agevolati da comportamenti più o meno inconsapevoli del consumatore-utente, che facilitano il lavoro di chi opera in modo scorretto o di chi voglia praticare la truffa, il raggiro, l’inganno. La capillare diffusione della tecnologia informatica, diventata ormai fruibile a fasce sempre più ampie di popolazione, se da un lato rappresenta una grande opportunità, può essere anche fonte di rischi in particolare nel campo del commercio elettronico.

Il progetto “per non perdere la bussola” vuole fornire ai consumatori concreti elementi di autodifesa facendo leva sulla prevenzione attraverso una corretta informazione riguardo ai rischi del mercato, e sulla capacità di utilizzare tutti gli strumenti di tutela nel caso che il danno si sia già prodotto.

Il progetto si propone di mettere a fuoco le problematiche nei seguenti ambiti:

  • i contratti di acquisto fuori dai locali commerciali, con particolare attenzione verso le forme più aggressive di vendita nei settori della telefonia e dell’energia
  • il commercio elettronico e più in generale i rischi e le opportunità offerte da internet
  • la contraffazione e la pirateria
  • la riconoscibilità dei prodotti, l’etichettatura, la garanzia

Obiettivi fondamentali del progetto sono:

  • far conoscere le norme fondamentali che tutelano i diritti del consumatore-utente in Italia ed in Europa (Codice del consumo, nuova normativa europea ecc.)
  • saper prevenire, riconoscere e gestire situazioni a rischio, in cui si manifestano pratiche commerciali scorrette e truffe o abusi in genere
  • saper utilizzare tutti gli strumenti per la difesa dei propri diritti nel caso che si rimanga vittima di un abuso
  • potenziare e facilitare l’accesso a tutte le forme di tutela, (reclamo, conciliazione paritetica, tutela giuridica), garantita dai servizi delle organizzazioni dei consumatori e della Federconsumatori in particolare
  • Orientare i cittadini al consumo consapevole ed alla autotutela (es. GAS – Gruppi di Acquisto Consapevole)
  • Orientare il comportamento dei cittadini alla legalità attraverso la preferenza di prodotti e servizi rispettosi delle norme di tutela del consumatore
  • Scoraggiare e ridurre le pratiche commerciali scorrette