FONDO INDENNIZZO RISPARMIATORI (FIR): Incontro tra Governo ed associazioni dei Consumatori

RISPARMIO TRADITO – Il governo incontra i risparmiatori

Si è tenuta nella giornata del 29 gennaio, alla presenza del Sottosegretario Villarosa, la cosiddetta “cabina di regia” del Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR): una riunione informativa alla quale hanno partecipato le associazioni dei consumatori per fare il punto circa la attuazione di quanto previsto dalla legge di bilancio in favore dei risparmiatori truffati dalle banche.

In sintesi quanto emerso.

Il Governo, affiderà alla CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici, che gestisce i fondi dormienti delle banche) la valutazione delle richieste dei risparmiatori.

Il Sottosegretario Villarosa ha assicurato che sono state fatte tutte le verifiche con BCE, Banca d’Italia e UE sul testo del decreto e che è escluso ogni possibile rilievo circa la configurazione del Risultati immagini per bancherimborso come aiuto di Stato.

Per quanto riguarda il merito, il Governo intende procedere con due decreti attuativi.

Il primo decreto dovrebbe definire le modalità su come compilare la richiesta di indennizzo, le linee guida sulla compilazione e la raccolta documentale; questo decreto dovrebbe vedere la luce entro i primi giorni di febbraio.

Il secondo decreto attuativo verrà emanato entro 45-60 giorni e, dalla data di sua emissione, scatteranno i 180 giorni per la presentazione delle domande.

Nell’intervallo tra il primo decreto e la predisposizione del secondo si dovrebbe tenere un’ulteriore riunione della cosiddetta “cabina di regia” per l’esame delle problematiche nel frattempo emerse.

Al termine della riunione il Presidente nazionale della Federconsumatori Emilio Viafora ha dichiarato: “Solo quando vedremo nel dettaglio quanto elaborato nella riunione della “cabina di regia”, in attesa di poter visionare la bozza del primo decreto attuativo, sarà possibile esprimere un giudizio compiuto sull’intera vicenda e predisporre gli strumenti adeguati ad assicurare la tutela necessaria ai numerosi risparmiatori che si sono rivolti a noi nella speranza di ricevere i dovuti rimborsi. Nel frattempo vigileremo che alle promesse seguano i fatti.”

 

 

 

Lascia un commento

uno × uno =