Il progetto “Per non perdere la Bussola 2023” vuole mettere al centro del suo intervento progettuale i cittadini del territorio marchigiano, soprattutto gli anziani ed i giovani, ponendosi come obiettivo di fornire loro le opportune informazioni e formazione per acquisire maggiori capacità e consapevolezza relativamente al contesto in cui vivono e al mondo del consumo.

La crisi pandemica, unitamente a quella energetica ed economica che coinvolge anche il nostro Paese ha comportato notevoli cambiamenti e difficoltà, soprattutto per le persone più fragili. Si registra un aumento delle povertà e difficoltà economiche per molte famiglie. I soggetti fragili sono gli anziani, con le loro solitudini ed incertezze, sono i giovani con la loro incoscienza dettata dall’età e dall’inesperienza convinti che tutto sia facile e trasparente.
Con la realizzazione di questo progetto, si vuole fornire gli strumenti, soprattutto alle fasce più deboli della popolazione per riconoscere e prevenire atteggiamenti e offerte commerciali poco trasparenti.
La consapevolezza dell’esistenza di pratiche scorrette, che esse siano perpetrate al telefono, on line, o porta a porta, permette al cittadino utente di acquisire una maggiore capacità di difendersi e di tutelarsi.

Pertanto l’obiettivo è principalmente quello di informare ed assistere i cittadini utenti, soprattutto i più vulnerabili, e formarli per affrontare le insidie di un mercato sempre più aggressivo ed invadente, rendendoli più consapevoli, contribuendo così ad aumentare la loro autostima spesso minata dagli eventi subiti.

Con l’incremento delle vendite on line diventa molto più frequente incappare in problematiche riguardanti acquisti che non vanno a buon fine o addirittura aziende non rintracciabili per eventuali reclami o rimborsi. In questo senso, diventa importante sensibilizzare i cittadini alla conoscenza della digitalizzazione.

Il progetto 2023 vuole avere quindi un carattere più orientato alla prevenzione, incentivando anziani e giovani ad assumere una maggiore consapevolezza riguardo a comportamenti e stili di vita corretti, mettendo in evidenza come un corretto stile di vita possa migliorare la qualità della propria vita, quella degli altri e prevenire possibili patologie.

In sintesi, il progetto si pone i seguenti obiettivi:

  • informare e formare i cittadini ed utenti sulle norme fondamentali che tutelano i diritti dei consumatori-utenti;

  • saper riconoscere, prevenire e gestire situazioni rischiose, pratiche commerciali scorrette, truffe e abusi in genere;

  • saper utilizzare tutti gli strumenti di difesa dei propri diritti nel caso si rimanesse vittima di un abuso (reclamo, conciliazione, lodo);

  • potenziare e facilitare l’accesso a tutte le forme di tutela, anche giuridica;

  • orientare il comportamento dei cittadini ed utenti Marchigiani alla legalità, attraverso la preferenza di prodotti e servizi rispettosi delle norme che tutelano il consumatore,

  • scoraggiare e ridurre le pratiche commerciali scorrette;

  • prevenire le forme patologiche di consumo (bulimia, anoressia, ludopatia, dipendenza dal web ecc);

  • orientare i cittadini Marchigiani ad adottare un corretto stile di vita;

  • prevenire e gestire le difficoltà emotive attraverso lo sportello che opera sia in presenza che da remoto.

Il progetto prevede anche l’attivazione di uno sportello di sostegno psicologico che a fronte degli appuntamenti utilizzerà per gli stessi la modalità mista, ovvero una settimana in presenza e/o da remoto. Saranno organizzati incontri nel territorio marchigiano e saranno realizzati video informativi relativi alle tematiche oggetto del progetto.



Lascia un commento

quattordici − tredici =